5

Settembre

2021

Itamar Vieira Júnior

Intervista e traduzione consecutiva dal portoghese di Prisca Agustoni, poeta e docente universitaria. A Chiasso presenterà in anteprima il suo [...]


alle 15:45, Spazio Officina

Itamar Vieira Junior

Salvador da Bahia, Brasile, 1979
Etnologo e scrittore brasiliano

Vive nella sua città natale, Salvador da Bahia, con alle spalle un dottorato in Studi etnici e africani, ha esordito con due raccolte di racconti (Dias e A Oração do Carrasco, finalista nel 2018 del “Prêmio Jabuti”). Ha pubblicato nel 2018 il suo celebrato romanzo Torto arado (trad. it.: Aratro ritorto. Tuga Edizioni, 2020) con il quale si è aggiudicato il prestigioso premio internazionale Leya, il Prêmio Jabuti e il Prêmio Oceanos (maggior riconoscimento dell’area della lusofonia).

Considerato dalla critica brasiliana e portoghese uno dei romanzi più importanti degli ultimi decenni, Torto arado ha riscosso anche un immediato successo di pubblico grazie alla voce forte delle sue due protagoniste, Bibiana e Belonísia, che rappresentano un Brasile fermo nel proprio passato schiavista, ritratto attraverso una narrativa epica e lirica, realista e magica

 

Nota bibliografica:

Vieira, Itamar Junior. Aratro ritorto. Bracciano (Roma), Tuga Edizioni, 2020, 273 p. (Torre de Belém ; 8) [Tit. orig.: Torto arado, Alfragide, Leya, 2018]