4

Settembre

2021

Alessandra Sarchi

A cura di Massimo Gezzi, poeta, scrittore e docente; in collaborazione con gli studenti del Liceo 1 di Lugano. Interviene [...]


alle 11:00, Cinema Teatro

Alessandra Sarchi

Reggio Emilia, 1971
Scrittrice e traduttrice italiana

Di origini emiliane, vive attualmente a Bologna. La sua prima pubblicazione è una raccolta di racconti intitolata Segni sottili e clandestini (Diabasis, 2008), cui seguono numerosi altri romanzi – tutti pubblicati per Einaudi stile libero – e numerosi premi. Con Barbara Garlaschelli scrive il testo teatrale intitolato Sex & Disabled People (Papero Editore, 2015). Tra i romanzi meno recenti:Violazione (Einaudi, 2012; Premio Volponi, opera prima) e L’amore normale (Einaudi, 2014). Nel 2017 pubblica La notte ha la mia voce (Premio Opera italiana al Premio letterario internazionale Mondello 2017 e il Premio Wondy 2018), protagoniste due donne disabili, il libro presenta un tema caro alla produzione dell’autrice, quello del corpo, che qui diventa ostacolo, camicia di forza. E sull’asse corpo-maternità scorre anche l’ultima pubblicazione, Il dono di Antonia (Einaudi, 2020), una storia in cui il ‘dono’ di un ovulo ceduto dalla protagonista ad un’amica americana acquisisce nel presente della storia significati inattesi.

 

Nota bibliografica:

Sarchi, Alessandra. Il dono di Antonia. Torino, Einaudi, 2020, 194 p. (Einaudi. Stile libero. Big)

Sarchi, Alessandra. La felicità delle immagini, il peso delle parole : cinque esercizi di lettura di Moravia, Volponi, Pasolini, Calvino, Celati. Milano, Bompiani, 2019, 190 p. (Overlook)

Sarchi, Alessandra. La notte ha la mia voce. Torino, Einaudi, 2017, 165 p. (Einaudi. Stile libero. Big)

Sarchi, Alessandra. L’amore normale. Torino, Einaudi, 2014, 290 p.  (Einaudi. Stile libero. Big)

Sarchi, Alessandra. Violazione. Torino, Einaudi, 2012, 271 p. (Einaudi. Stile libero. Big). 

Sarchi, Alessandra. Segni sottili e clandestini. Reggio Emilia, Diabasis, 2008, 122 p. (Al buon corsiero ; 33)